Il re del tiro di caccia a lunga distanza. Leica LRS 6.5-26×56. Trionfatore nelle gare di tiro, scelto per la caccia dai migliori armaioli della Alpi.

Tutti i trionfi del 2017 del Leica LRS 6.5-26×56, che si è affermato nelle più importanti competizioni di tiro ed è stato scelto dai migliori armaioli delle nostre Alpi per le loro carabine da caccia a lunga distanza. Chi è già cliente Leica, fino al 28 Febbraio può acquistarlo a condizioni speciali.

Foto Ivan Bettina Piazza

Foto Ivan Bettina Piazza

LRS è il cannocchiale che utilizzano sulle loro carabine da caccia al camoscio quelli che oggi sono probabilmente i migliori armaioli specializzati nella precisione sulla lunga distanza nelle Alpi.

Nicola Zentile e suo fratello Samuel, in Val di Non. Andrea Mottes nella zona di Agordo e Giovanni de Barba in provincia di Udine. Cacciatori di camosci, capaci di costruire carabine e componenti di precisione nelle loro armerie Zentile, Agordina e DBG. Punti di riferimento per tutti i cacciatori della loro zona, ma anche per chi desidera un’arma senza compromessi, perfetta.

Crediamo lo usino per quel mix di nitidezza e affidabilità meccanica che oggi nessun altro cannocchiale ad alti ingrandimenti sa offrire.

Da destra Nicola, Lila, Sanuel e Alessandro Zentile, con Federico Cusimano di Caccia&Pesca Sky TV

Da destra Nicola, Lila, Sanuel e Alessandro Zentile, con Federico Cusimano di Caccia&Pesca Sky TV

La carabina di Giovanni De Barba (DBG Armi)

La carabina di Giovanni De Barba (DBG Armi)

La carabina di Andrea Mottes

La carabina di Andrea Mottes (Agordina Armi)

LRS è anche il cannocchiale del vincitore del Circuito Nord Est 2017, nella categoria Sniper a 200 metri, ha vinto praticamente tutte le gare della stagione, guarda caso con una carabina DBG di Giovanni de Barba. Si chiama Roberto Offizia. Nei primi cinque si sono piazzati in tre con LRS.

Lo usa anche un altro grande tiratore, Loris Zendri, valdostano, con LRS ha vinto 5 gare del circuito Armi e Tiro 2017, categoria caccia 200 metri. Tra queste alcune delle più affascinanti e difficili, il Trofeo Monte Cervino, dove Loris nel 2017 ha stabilito addirittura il record del circuito.

Gianluca Anzuini e Giancarlo Bodecchi con LRS sono diventati campioni italiani di tiro combinato 2017, nella categoria eccellenza e veterani, il primo vincendo anche il titolo invernale. Ne hanno uno anche per andare a caccia.

 

Loris Zendri

Loris Zendri

Gianluca Anzuini

Gianluca Anzuini

Pietro Grazioli, SCI Italian Chapter, ha cacciato con successo la sua pecora di Marco Polo in Tagikistan con LRS, con un tiro a oltre 400 metri vicino ai 5000 metri di altitudine.

Pietro Grazioli

Pietro Grazioli

Sono solo i nomi più importanti di una schiera di utilizzatori sportivi e venatori, che hanno adottato questo fantastico cannocchiale per la loro passione.

Le sue caratteristiche, o i suoi segreti, sono semplici. E’ progettato da cacciatori per i cacciatori, per offrire il massimo di precisione, robustezza, funzionalità, nitidezza e luminosità d’immagine. Nessuna concessione al superfluo che fa lievitare i costi di produzione, finalmente il meglio del meglio ad un prezzo ragionevolmente accessibile.

Pensato espressamente per l’uso europeo e alpino nel tiro lungo di caccia, LRS è anche il miglior cannocchiale che si possa utilizzare nelle gare di tiro a media distanza. Il reticolo sottile, il correttore di parallasse e la regolazione dei clic a 1/6 di MOA, con i 26 ingrandimenti e il tubo da 30mm che preserva la leggerezza, vanno a dare perfezione a quello che è probabilmente l’unico cannocchiale al mondo che garantisce la nitidezza d’immagine eccellente delle migliori ottiche da caccia e contemporaneamente l’affidabilità meccanica assoluta degli strumenti da tiro.

Il cartello con cui Loris Zendri ha ottenuto il record della gara a Courmayeur nel 2017

Il cartello con cui Loris Zendri ha ottenuto il record della gara a Courmayeur nel 2017

In breve:

– Ingrandimento 26x, ideale per il tiro lungo di caccia e per il tiro sportivo di precisione.

– Il meglio del meglio delle prestazioni ottiche, per nitidezza, trasmissione di luce (oltre90%) e contrasti.

– Torretta balistica integrata di serie, con 0.5cm (1/6 di MOA) per clic. Disponibile con reticolo 4a oppure due tipi di reticoli balistici.

– Meccanica infallibile Leica, clic e tenuta della centratura del reticolo garantiti, anche con grossi calibri e freno di bocca.

– Clic: 120cm di alzo a 100m, sufficiente per tirare a distanze impossibili.

– Correttore di parallasse preciso

– Reticoli sul secondo piano focale 4°, balistico e magnum balistico, non illuminati

_Prezzo al pubblico 2085 Euro.

 

Complimenti ai vincitori delle gare e ai cacciatori che possono legare LRS a qualche bel ricordo, e in bocca al lupo per le prossime avventure!

Oggi e fino al 28 Febbraio 2018, chi ha già almeno un prodotto Leica Sport Optics e ed è iscritto alla community www.leicahunter.it può acquistare LRS 6.5-26×56 con lo sconto di 200 euro offerto da Leica ai suoi clienti! L’iscrizione è gratuita e rapidissima.

Luca Chatrian, anima del Trofeo Monte Cervino, caccia con LRS

Luca Chatrian, anima del Trofeo Monte Cervino, caccia con LRS

 

foto Ivan Bettina Piazza

foto Ivan Bettina Piazza

La carabina DBG che trionfa nel circuito del Nord Est è perfetta anche per cacciare

La carabina DBG che trionfa nel circuito del Nord Est è perfetta anche per cacciare

Giancarlo Bodecchi, Campione Italiano di Tiro Combinato Senior, caccia e tira con LRS

Giancarlo Bodecchi, Campione Italiano di Tiro Combinato Senior, caccia e tira con LRS

Fabio Zuccaccia, tiratore di precisione e Film Maker, con il suo LRS

Fabio Zuccaccia, tiratore di precisione e Film Maker, con il suo LRS

Quella al camoscio è la caccia ideale per un cannocchiale come LRS

Quella al camoscio è la caccia ideale per un cannocchiale come LRS

 

 

Non è possibile lasciare nuovi commenti.