Leica Sport Optics con Una Famiglia nell’Artico

Insieme per raccontare il cambiamento climatico.

Leica Sport Optics è orgogliosa di collaborare ad un progetto unico.

Per la prima volta uno dei migliori fotografi al mondo, che da anni si dedica alla conservazione della natura, ha deciso di vivere e documentare assieme alla sua famiglia i segni concreti del cambiamento climatico.

Non solo fotografia e osservazione, ma un vero reportage in prima linea per raccontare cosa sta accadendo in uno dei punti più fragili della terra: l’arcipelago delle Svalbard.

Stefano Unterthiner, Isole Svalbard.

LA VISIONE DI UNA FAMIGLIA NELL’ARTICO

«Conosciamo la verità non soltanto attraverso la ragione, ma anche con il cuore.»

Blaise Pascal

Il progetto ha come obiettivo ultimo quello di rendere accessibile, facilmente divulgabile e comprensibile il concetto di cambiamento climatico. Vogliamo fare UN’INFORMAZIONE RIGOROSA, soprattutto capace di EMOZIONARE e ISPIRARE; di muovere le coscienze e spronare la società e la politica ALL’AZIONE, a comportamenti e scelte più consapevoli e rispettose nei confronti dell’ambiente. Crediamo che un approccio più emozionale, piuttosto che allarmistico e puramente didattico, possa riuscire a comunicare con maggiore efficacia, come suggerito da numerosi studi cognitivi1, il cambiamento climatico.

PERCHE’ LE SVARBALD?

L’ARTICO SI STA RISCALDANDO sempre più rapidamente. La parte settentrionale del mare di Barents, in particolare, sta subendo il più veloce aumento di temperatura dell’intero Circolo Polare Artico, nonché il tasso più elevato di riduzione della superficie di ghiaccio marino: è stato osservato che in quest’area si sta verificando il passaggio da un clima artico a uno di tipo atlantico2.
Nel Mare di Barents, LE SVALBARD DETENGONO UN PRIMATO NEGATIVO: è il luogo in cui i cambiamenti climatici stanno avvenendo più rapidamente che in qualunque altra regione del mondo: luglio 2019 è stato il 104° mese consecutivo che ha registrato una temperatura mensile superiore alla media3.

Un recente studio, commissionato dalla Norwegian Environment Agency, ha documentato che negli ultimi cinquant’anni la TEMPERATURA DELLE SVALBARD È AUMENTATA DI 5,6°C.

Grafico delle temperature, mostra il cambiamento nell’Artico, ma anche quello globale.

Il rapido cambiamento del clima avrà effetti profondi e duraturi sul delicato ecosistema artico: numerosi studi hanno dimostrato come il cambiamento climatico in atto nelle Svalbard stia già causando un IMPORTANTE IMPATTO SULLA VEGETAZIONE e su gran parte della FAUNA residente, nonché su alcune specie migratorie che occupano queste regioni stagionalmente6. Secondo l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) è possibile un declino del 30% della popolazione di orsi polari entro il 2050.

Il nostro lavoro consisterà nel raccogliere STORIE di un ambiente che sta subendo enormi trasformazioni, cercando di comporre un mosaico narrativo di foto, video e testi con cui riuscire a comunicare i mutamenti climatici in atto. Nel corso della nostra lunga missione artica saremo una sorta di ‘ANTENNA’ che raccoglie e INVIA INFORMAZIONI sul cambiamento climatico da questo punto di osservazione privilegiato ‘IN CIMA AL MONDO’, ma anche aggiornamenti sulla nostra grande avventura famigliare.

Famiglia Unterthiner
La famiglia al completo. Da sinistra Stefano, Rèmi, Stephanie e la piccola Bahia.
Presentazione del progetto Una famiglia nell’Artico sulla prima pagina di 7 – Rivista del quotidiano nazionale Corriere della Sera.
https://www.facebook.com/stefanounterthiner/

Non è possibile lasciare nuovi commenti.